EEE – Extreme Energy Events

201513192516_cosmicrays2

Il progetto EEE – La Scienza nelle Scuole consiste in una speciale attività di ricerca, in collaborazione con il CERN, l’INFN e il MIUR, sull’origine dei raggi cosmici, condotta con il contributo determinante di studenti e docenti degli Istituti Scolastici Superiori.

In ciascuna delle scuole aderenti al Progetto viene costruito un “telescopio” fatto con i più moderni e avanzati rivelatori di particelle (Multigap Resistive Plate Chambers, MRPC), da mettere in coincidenza tramite strumentazione GPS con i telescopi di altre scuole allo scopo di rivelare i muoni cosmici e gli sciami estesi, grandi anche quanto intere cittadine o più, prodotti dai raggi cosmici primari di più alta energia.

Ai ragazzi viene dato, inoltre, l’importantissimo compito della costruzione degli stessi rivelatori a partire da elementi di base, affinché si rendano conto di come si possa passare da materiali poveri a strumenti di altissima precisione. La costruzione dei rivelatori avviene nei laboratori del CERN, nei luoghi più esclusivi della ricerca più avanzata, che vengono resi a tale scopo accessibili ai ragazzi.

Attualmente risultano operative o prossime all’operatività tutte le stazioni realizzate (50) presso le scuole ed è in corso l’acquisizione dati volta, in particolare, alla ricerca di eventi coincidenti tra stazioni vicine e stazioni lontane.

Il sito del progetto è qui.

 

Per informazioni a scuola rivolgersi alla prof.ssa Sartogo.

Ventotene


Anche quest’anno i primini hanno cominciato l’anno scolastico a Ventotene.

E’ un modo per cominciare a conoscersi e fare gruppo prima di immergersi nelle fatiche del liceo.

Lontani dalle famiglie, senza cellulari.

Invidiati da tutti noi.

Anche qeust’anno, come gli anni passati, saranno state per loro giornate indimenticabili.

Possiamo averne un’idea da queste foto fantastiche.

Lab2Go

Lab2go

Lab2go è un progetto sperimentale di Sapienza, Università di Roma, e INFN, sezione Roma1, che coinvolge 20 scuole di Roma, e non solo.
Il progetto, che è inserito nel Piano Lauree Scientifiche (PLS),  si articola su tre anni con l’obiettivo di

- catalogare e documentare gli esperimenti di fisica realizzabili nei laboratori delle scuole superiori di secondo grado coinvolte nel progetto;

- riparare la strumentazione non funzionante ;

- creare una mappa degli strumenti disponibili sul territorio e degli esperimenti realizzabili, in modo da condividerla in rete.

 

Gli studenti delle scuole possono collaborare al progetto in tutte le sue fasi, e l’attività si configura come alternanza scuola-lavoro.

Qui il sito (lavori in corso!)

Per informazioni a scuola rivolgersi alle prof.sse Ferrone o Sartogo.

Kreyon Days

testata-kdays2016-def
Alla fine del mese di Ottobre si svolgeranno al Palazzo delle Esposizioni i Kreyon Days , un evento di divulgazione scientifica dedicato alla creatività e all’innovazione. Dal 26 al 30 Ottobre si potrà assistere a conferenze aperte a tutti tenute da scienziati ed esperti di livello internazionale (fisici, artisti, enigmisti, educatori, comunicatori, antropologi), e partecipare a laboratori ed installazioni di creazione collettiva ed individuale, sperimentando in prima persona le dinamiche della creatività. Le esperienze, pensate per divertire tutti, saranno accompagnate da spiegazioni su quello che si sta facendo e che si cerca di ottenere, per approfondire le questioni scientifiche alla base di ogni installazione.
Alle visite delle scuole sono riservate le mattine del 26, 27, 28 Ottobre.

I pomeriggi e il fine settimana la manifestazione è aperta a tutti.

Le classi interessate alla visita sono pregate di rivolgersi alla prof.ssa Sartogo. Poiché i posti potrebbero andare rapidamente esauriti, avranno la priorità le classi che si prenotano per prime.

INgegneria INcontra – L’eredità di Poincaré

INgegneria INcontra riparte quest’anno con il seminario del prof. Stefano Cerbelli:

L’eredità di Poincaré: dall’evoluzione del sistema solare ai flussi viscosi caotici

il 13 Ottobre 2016, 19:30 – 20:30 Aula 1 via Eudossiana 18

Per oltre due secoli dopo la sua creazione, il paradigma fisico creato da Galileo e Newton aveva indotto generazioni di scienziati all’idea che l’evoluzione passata e futura di un sistema meccanico privo di attrito (ad esempio il sistema solare) potesse essere sempre determinata con accuratezza dalla soluzione delle equazioni del moto. Alla fine dell’Ottocento, il matematico francese Henri Poincaré confuta questa convinzione mostrando l’esistenza di soluzioni di moto dalle caratteristiche talmente complesse -oggi definite caotiche-da sfidare l’intuizione ed il senso comune. In questo incontro, ripercorreremo le tappe fondamentali di questa scoperta, dalle circostanze rocambolesche della sua proposizione fino alle più recenti applicazioni, dalla meteorologia ai sistemi fluidi reagenti. Particolare attenzione è dedicata ai flussi viscosi caotici, che rivestono una fondamentale importanza nel funzionamento ottimale di dispositivi microfluidici per applicazioni cliniche e biologiche.

 

Qui la brochure dell’evento.

A caccia di onde… gravitazionali – Notte dei ricercatori

Le onde gravitazionali, ne abbiamo tanto parlato e scritto, ma cosa sono? Perchè sono così importanti? Ce lo spiegano i ricercatori INFN di Tor Vergata con una divertente e coinvolgente caccia al tesoro! Non una banale caccia, ma qualcosa di più: tecnologica, innovativa e appassionante. Muniti di smartphone con GPS, gli indizi saranno geolocalizzati, per raggiungere tappe e prove da sostenere: rompicapo e problemi di fisica semplici e più complessi, dedicati a tutti coloro che vogliano sfidare le menti dei ricercatori. Tappa finale, un intervento scientifico sull’utillizzo e il funzionamento del GPS, dopo averlo testato!

Venerdì 30 settembre, dalle 15:00 alle 19:00 a Tor Vergata.

Prenotazioni obbligatorie, qui.

La casa della scienza – settimana della scienza 2016

CASA DELLA SCIENZA: EVENTO DI LANCIO DELLA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI 2016
La scienza è ovunque, anche tra le nostre mura domestiche! Frascati Scienza è pronta a guidarvi in un viaggio attraverso una “casa della scienza” costruita ad hoc per presentare la Notte Europea dei Ricercatori 2016.

Avete mai pensato a quante meraviglie si nascondono nel vostro giardino? O a cosa succede alle molecole dei cibi mentre cucinate? Sapete quali leggi fisiche regolano il funzionamento di una bicicletta? E avete mai provato a guardare il sole con un telescopio e a fotografarlo?

Per scoprire quanta scienza c’è nella vita di tutti i giorni visitate la  Casa della scienza il 24 settembre.

Appuntamento a Roma presso il Complesso dell’ex Cartiera Latina in via Appia 42. Quattro stanze, 4 scienze: biologia, fisica, chimica e astronomia sono di casa!